mercoledì 14 novembre 2018

L'ipnosi per comprendere la nostra vera origine aliena

I dettagli relativi a una serie di esperimenti condotti da scienziati poco convenzionali sull'uso dell'ipnosi per comprendere meglio l'origine del genere umano sono stati recentemente resi pubblici creando grande scompiglio tra i teorici dell'Homo Sapiens.
Secondo gli esperti, molte persone continuano ad aderire ostinatamente alla teoria evoluzionista di Darwin, nonostante che un gran numero di prove emetiche sembrano dimostrare il contrario. 
In particolare, il biologo britannico Francis Crick era convinto che il DNA umano fosse stato originato da qualche altra parte nella nostra Galassia, a seguito del quale gli organismi furono consapevolmente trasmessi sulla Terra da Esseri estremamente intelligenti. 
Uno studio approfondito sulle quelle che dovrebbero essere le vere origini della razza umana non è affatto incoraggiato dai politicizzati mainstream, nonostante che alcuni scienziati avessero condotto in gran segreto una serie di ricerche che potrebbero mettere in discussione la teoria scimmiesca formulata da Darvin. 
Joseph McMonigle, che in passato è stato coinvolto in una serie di esperimenti per la visione a distanza (RV) condotti dall'Intelligence dell'esercito statunitense e presso lo Stanford Research Institute, ha rivelato i dettagli di una serie di informazioni in suo possesso che fanno tutti riferimento all'uso della telepatia, all'ipnosi e alla chiaroveggenza attraverso i quali r risalire alle nostre vere origini extraterrestri. Si è scoperto che questo tipo di manipolazione e comunicazione telepatica avrebbe permesso di rompere il velo di segretezza che offusca ancora la vera origine della specie umana. 
Il lavoro condotto dal ricercatore Robert Monroe sulla base delle precedenti sessioni ha dimostrato che 30-50 milioni di anni dopo l'estinzione dei dinosauri, creature simili a pelosi umanoidi possedevano già' un'intelligenza insolitamente  raffinata per quel periodo e soprattutto molto diversa da quella posseduta dai nostri scimmieschi progenitori
Quegli antichi umanoidi muniti di una specie di coda e di enormi occhi, apparvero sulla Terra in modo del tutto inaspettato scavalcando quell'anello importante a livello evolutivo  e ciò' potrebbe dimostrare la colonizzazione intenzionale del nostro Pianeta da parte di un'intelligenza extraterrestre.
Durante queste sessioni di visione a distanza, gli sperimentatori si sarebbero messi in contatto con quelli che dovrebbero essere i futuri discendenti della razza umana, i quali sembrano aver percepito la presenza remota di alcuni visionari inter-dimensionali e questo per via del contatto telepatico instaurato con queste Entità particolarmente Evolute . 

1 commento :

  1. Peccato non si riesce a andare avanti, si vede che diceva un delle briciole di veritá.

    RispondiElimina

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...