martedì 10 ottobre 2017

Gli antichi Dei sumeri sbarcarono sul continente americano?

Numerose sono le storie di giganti distrutti dalla mano divina. Alcune di queste leggende sono state tramandate anche dalle antiche popolazioni andine secondo le quali esistevano due regni abitati da barbuti Dei invisibili.
Da questi racconti si evince che le loro terre erano state visitate da canuti uomini bianchi dalla statura molto elevata.
I loro caratteri facciali, in particolare i loro nasi diritti, sembravano accomunarli alla razza indoeuropea. Probabilmente provenivano dall'Asia Minore e dall'Elam, a sud-est della Valle dell'Indo. È possibile che in epoche preistoriche tali esploratori siano riusciti ad attraversare il Pacifico e raggiungere le Ande settentrionali ? 
Il collegamento potrebbe essere confermato da alcune raffigurazioni che illustrano le gesta di un ex eroe del Medio Oriente le quali sono state tramandate fino ad oggi. 
Questo mitico eroe è Gilgamesh, re di Uruk (l'Erek biblico), che regnò intorno al 2900 aC. Secondo la leggenda egli giunse sulle Ande nel tentativo di mettersi in contatto con l'artefice del del diluvio universale, che,secondo la versione mesopotamica, gli dei caduti gli concessero l'immortalità. 
Nell'America Centrale non sono state individuate tracce di questi misteriosi Indoeuropei, quindi dobbiamo supporre che sono sbarcati in Sud America dopo aver attraversato l'oceano Pacifico. La prima ondata di questi misteriosi emigranti provenienti dal Vecchio Mondo, gli Olmec e i Semiti, si sarebbe verificata intorno al 1500 aC. 
Probabilmente, l'emigrazione di indoeuropei dalla carnagione chiara potrebbe essersi verificata durante il regno del XII monarca dell'Antico Regno, quando, i Montesinos, misero piede a Cuzco portando al loro seguito degli strani strumenti di metallo. Dopo un certo periodo di tempo, si sarebbero spostati verso l'interno fino a raggiungere le alte montagne delle Ande. Uno dei monarchi del luogo inviò degli emissari per informarlo sull'avanzamento dei giganti ai quali era stato impedito l'accesso alla capitale Cuzco. 
Indispettiti, i giganti provocarono l'ira del Grande Dio che distrusse gran parte delle popolazioni locali.Questi eventi avrebbero avuto luogo quasi un secolo prima della scomparsa del Sole avvenuta intorno al 1500 aC. 
In quel periodo i giganti ne approfittarono per saccheggiare i villaggi e violentare le donne del luogo. Secondo Garcilaso, qualcosa di terribile si sarebbe verificato nei giorni delle Mochicas intorno al 400 aC. 
Probabilmente i due gruppi etnici, gli Olmecs e i Semites, potrebbero essersi mescolati tra loro per poi fuggire dal Centro America. Tuttavia, il loro destino non fu molto diverso da quelli che riuscirono ad inoltrarsi fino nelle Ande settentrionali. 
Oltre alle grottesche teste di pietra semitiche venute alla luce nella località di Chavín, sono state scoperte anche una serie di raffigurazioni di strani negroidi mutilati .

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...