venerdì 9 dicembre 2016

Perché delle civiltà sommerse evitano di entrare in contatto con gli esseri umani ?

civilization under water
Instancabile viaggiatore e ricercatore di antichi reperti , storico e scrittore Georgi Sidorov (a lui ha fatto eco Ernst Muldashev), si è chiesto perché così poca attenzione è stata rivolta ai miti e leggende della Terra , come se fossero nati da qualche parte nello spazio e quindi appartenere ad altre realtà .
Il motivo per cui il ricercatore ha voluto affrontare la questione relativa all'esistenza di altre civiltà avanzate sulla Terra è perché ha sempre sentito parlare di altri esseri senzienti che potrebbero vivere nelle profondità oceaniche. L'ipotetica esistenza di creature marine simili agli esseri umani è stata ampiamente immaginata anche in altre numerose culture del nostro pianeta , il che suggerisce una certa similarità di tutti questi racconti che sembrano riferirsi a creature marine appartenenti a una specie di umanoidi a noi sconosciuta. 
Probabilmente condividiamo con altre civiltà avanzate la nostra esistenza su questo pianeta popolato da un'infinità di specie di creature viventi alcune delle quali, particolarmente intelligenti, potrebbero aver trovato rifugio nel sottosuolo in modo da sfuggire a devastanti cataclismi planetari, avvenuti ancor prima della comparsa del genere umano . Una cosa è certa. 
Se nelle profondità degli oceani si dovessero nascondere delle creature senzienti allora sicuramente la loro civiltà dovrebbe essere molto più antica e più saggia rispetto a quella terrestre. Secondo i ricercatori, il motivo per cui una civiltà subacquea cerchi di non di entrare in contatto con il genere umano è lo stesso dei timidi alieni provenienti da altri pianeti o da mondi paralleli che vedono nel genere umano un pericoloso formicaio di bipedi autodistruttivi . 
Probabilmente siamo troppo primitivi per competere con loro, per cui preferiscono osservarci in modo discreto almeno fino a quando non decideranno di stabilire un contatto. In questo caso, il dialogo con queste creature potrebbe avvenire tramite il linguaggio dei delfini o qualsiasi altra creatura marina in grado di interagire con l'uomo . Anche la scienza ortodossa riconosce che abbiamo studiato le profondità sottomarino per il solo dieci per cento quindi il resto di quel mondo oscuro rimane ancora avvolto nel mistero . 
Quindi non c'è da stupirsi quando leggiamo storie di terrificanti mostri marini, sirene e misteriosi umanoidi visto che tutti questi racconti sembrano avere qualcosa in comune poiché provengono da un numero infinito di pescatori e marinai che nel corso della storia hanno raccontato le loro incredibili esperienze che ai giorni nostri verrebbero immediatamente classificate.
Cercasi Babbo Natale disposto a sostenere questo Blog con pochi centesimi 

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...