domenica 29 novembre 2015

La NASA e l'enigma dei 260 geoglifi del Kazakistan


geoglifi
Gli scienziati della NASA stanno cercando di decifrare l'enigma di oltre 260 geoglifi situati in Kazakistan, e tra questi. l'inconfondibile svastica simbolo della rinascita. il gammadion,uno dei simboli più antichi e più diffusi sul pianeta Terra.
Se si pensa che possa rappresentare un simbolo del male e della morte, vi sbagliate. Per farla breve, il simbolo della Svastica è sinonimo di pace e prosperità quindi è un simbolo molto positivo. La svastica è considerata un simbolo universale visto che nel corso della storia è stato utilizzato da numerose culture e civiltà antiche . Come lo conosciamo oggi, la Svastica è in realtà una parola sanscrita che significa "ciò che è buono" o "tutto quello che va bene".
Molti la interpetrano come un "simbolo fortunato o di buon auspicio", per cui qualunque sia la traduzione essa rappresenta un simbolo positivo. 
Nell'Induismo è un simbolo sacro profondamente connesso con la fortuna e la prosperità. Ci sarebbe molto da imparare da questo antico simbolo che è stato male interpretato nel corso dell'ultimo secolo. 
Tornando ai geoglifi individuati in Kazakistan, numerose teorie hanno cominciato ad emergere da questi disegni che misurano tra i 90 e 400 metri di diametro.
Le strane formazioni circolari sono state scoperte nel 2007 da Dmitry Dey, anche se oggi nessuno è stato in grado di spiegare con precisione la loro origine, il significato, lo scopo e la loro età esatta. 
Ebbene, gli scienziati ritengono di poter confermare l'età dei simboli, o almeno alcuni di essi.  Secondo una ricerca preliminare, la svastica risalirebbe almeno a 8.000 anni fa, che lo rende uno dei simboli più antichi mai scoperti sul nostro pianeta.  Per risolvere i rimanenti misteri, i ricercatori sono ricorsi alla collaborazione da parte degli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, che hanno fotografato dall'alto i geoglifi in modo da ottenere informazioni più dettagliate e chiarire la misteriosa origine e lo scopo dei geoglifi del Kazakistan.
Secondo lo scopritore degli enigmatici geoglifi, questi sarebbero stati creati da un'antica civiltà che voleva sistematizzare il movimento quotidiano del sole, mentre la svastica, avrebbe potuto essere utilizzata come una sorta di portafortuna dal momento che per la gente antica, questo antico simbolo rappresenta la fortuna e la prosperità.
Mentre i ricercatori impegnati sul terreno sono in attesa di nuovi dati ottenuti dagli astronauti a bordo della stazione spaziale internazionale, altri numerosi gruppi di ricercatori stanno elaborando una serie di analisi comparative in modo da riscontrare delle similitudini e continuità tra questi enormi disegni del Kazakistan con le misteriose linee di Nazca. 
I ricercatori affermano di essere riusciti a scoprire lo scopo esatto delle linee di Nazca, che, proprio come i geoglifi scoperti in Kazakhstan,  sono state create per essere osservate dal cielo. 
Risulta evidente che le linee di Nazca né quelle del Kazakhstan non potevano essere visti da terra ma solo dallo spazio. 
Il fatto che entrambe le linee di Nazca e i geoglifi del Kazakistan possono essere visti solo dallo spazio è un fatto sconcertante che ci fa porre la domanda se questi geoglifi potessero avere uno scopo più misterioso di cui non riusciamo ancora a comprenderne la ragione ma soprattutto il significato.
Fonte di riferimento:disclose.tv

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...