domenica 26 maggio 2013

Duat "La sotterranea Civiltà egizia"

Il Duat (chiamato Amenti o Necher-Jertet) era il mondo sotterraneo della mitologia egizia, dove si è svolto il processo di Osiride, e dove lo spirito del defunto vaga schivando gli esseri malvagi e altri pericoli, come riferito nel Libro dei Morti, per poi passare attraverso una serie di "porte" lungo le diverse tappe del viaggio descritte nel Libro di Gates.

Su alcuni testi delle Piramidi, registrati durante l'Antico Regno, la cosiddetta Dat viene mostrata come un mondo celeste che si trova sulla Terra.
Dat "Sopra il cielo" era il regno di Ra, che solo il faraone defunto poteva avere accesso. Il regno Dat era governato da Horus, il dio falco di natura celeste. Anubis è il dio che presiede gli spiriti degli uomini, chiamati "occidentali" nei Testi delle Piramidi, che dopo la sua morte sarebbe andato al cielo più basso.
In lui vi erano quegli spiriti che non erano ancora assolutamente puri.
I Testi delle Piramidi mostrano la convinzione che i mondi celesti erano enormi corpi idrici che avevano diversi luoghi di purificazione che avrebbero avvicinato ulteriormente al regno celeste di Ra e più lontano ancora, verso le profondità insondabili del Nun. Quando le credenze si sono evolute, Osiride divenne il Signore del Duat , che venne collocato nella regione del mondo sotterraneo, in un cielo basso chiamato la terra di sotto.
Nel Nuovo Regno si credeva che il Duat era un mondo sotterraneo, dove il dio del sole Ra lo percorreva da ovest a est durante la notte.
Gli antichi Egizi avevano diviso il giorno in 24 ore, dodici nel periodo in cui la luce del sole Ra si trova nel cielo nella barca diurna e le altre dodici ore, relative al mondo della vita futura, erano rappresentate dal dio del sole Ra nella sua barca notturna quando attraversò le zone buie del Duat, e dove vi fu la lotta quotidiana contro Apep. Il Duat era anche il luogo dove andavano gli spiriti degli egiziani dopo la morte.
La struttura del Duat ed i pericoli che affrontano gli spiriti dei morti sono descritti in testi come il Libro di Gates e il Libro dei Morti. Il Duat era un complesso enigmatico pieno di geni nocivi o benefici.Durante il Nuovo Regno fu composto un testo chiamato "Libro dei Amduat", che illustrava la geografia del Duat  e veniva utilizzato come guida.

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...