martedì 4 dicembre 2012

Tra Prometeo, Gesù e gli Anunnaki

Post taken from this link
Si tratta di una versione cinematografica degli Anunnaki?
La trama del film "Prometheus" ha incluso diversi elementi che indicano come i Sumeri avevano scritto le conosciute teorie sulla storia degli Anunnaki e il pianeta Nibiru.
  L'Androide David
Il fatto che la parola Anunnaki non viene menzionata nel film potrebbe essere una questione di tempo, forse verra' indicata in una seconda parte, o forse gli autori hanno preferito fare riferimento agli Anunnaki indirettamente.
In ogni caso, non possiamo essere sicuri che i "tecnici" che appaiono nel film fossero degli Anunnaki perché la storia non è stata ancora sufficientemente sviluppata. E' bene dire che se Hollywood ha messo questa idea sullo schermo è perché ci sono più persone che mettono in dubbio la versione ufficiale. Ridley Scott stesso aveva confermato che il film si ispira alle teorie di antiche civiltà che sono state visitate da esseri venuti dallo spazio:
"La NASA e il Vaticano, concordano che è quasi matematicamente impossibile essere arrivati a questa fase di sviluppo senza aver ricevuto un piccolo aiuto lungo la nostra strada evolutiva".  Questo è quello che viene mostrato nel film.
Vediamo alcune delle teorie di Erich Von Daniken sulle nostre origini.
Uno delle più famose è "Chariots of the Gods".
Tutti pensavano che Erich Von Daniken fosse matto perché sosteneva che l'umanità era stata creata dagli dei. Se si va indietro al XIX secolo,al tempo di Darwin, e se si guardano le sue idee, la tesi darwiniana potrebbe sembrare molto logica. Ridley Scott, il regista del film "Prometheus" aveva fatto una serie di controverse dichiarazioni sulle origini della specie umana.
Non bisogna essere troppo sospettosi per rendersi conto che se Ridley Scott aveva fatto una dichiarazione come quella di cui sopra, che coinvolge il Vaticano e la NASA, egli si era avvalso del supporto degli studi cinematografici per avvalorare queste sue teorie.  A Hollywood si investe molto denaro su questo film nonostante il commento infelice fatto dal regista in grado di generare il rifiuto del pubblico e rendere il film un fallimento al botteghino. I film sono in primo luogo un grande business e nessuno è disposto a perdere denaro solo perché il regista si era avvicinato a certe teorie evolutive considerate da molti solo delle sciocchezze. Per i finanziatori del film di Hollywood, l'idea che siamo stati creati dagli alieni è molto ben accetta nel pubblico e, pertanto, non vi è timore che i commenti come quelli di Ridley Scott possano pregiudicare il successo del film "Prometheus". Queste sono le dichiarazioni di Ridley Scott:
"Le cose sono cambiate così drasticamente che possiamo cominciare a contemplare l'idea che tutta la nostra storia può essere sbagliata. Forse avrete notato un cambiamento di atteggiamento da parte della NASA, la chiesa e anche da parte dello scienziato Stephen Hawking.  Negli ultimi trenta anni, abbiamo accettato la teoria che nella nostra galassia' che probabilmente ci sono migliaia di differenti forme di vita nella nostra galassia. Penso alle parole di Stephen Hawking quando aveva riferito di sperare di non essere visitati dagli alieni e anche la chiesa avrebbe ammesso che sarebbe contro la parola di Dio accettare che ci siano altre forme di vita in questa galassia."
Nel Film "Prometheus" l'androide David riesce a attivare il controllo di volo della nave aliena e si rende conto che è stato programmato per andare sulla Terra. Quello che tiene tra le mani è una rappresentazione olografica della Terra. (Immagine gentilmente concessa da Scot Free Productions)
Un aspetto del film riguarda l'idea che gli alieni avrebbero seminato la vita sulla Terra e viene descritta nella prima scena.
In questa scena viene mostrato uno di questi esseri alieni, conosciuti come "ingegneri" e archeologi, in piedi sul bordo di una grande cascata. "L'ingegnere" apre una piccola finestra, beve un liquido e comincia a disintegrarsi ed i suoi resti precipitano nella cascata.
Secondo Ridley Scott, si tratta di un rituale attraverso il quale la vita viene seminata dagli "ingegneri" su pianeti attraverso il liquido che disintegra il corpo in particelle che si uniranno nella materia organica del pianeta, la cui vita verra' generata da questa sostanza solo molti anni dopo:
" La sequenza all'inizio del film è essenzialmente rivolta alla creazione come un dono, nel senso che il peso e la costruzione del DNA di questi alieni è oltre quanto possiamo immaginare in grado di essere presente in qualsiasi luogo o qualsiasi pianeta. Tutto il lavoro svolto dall' (l'ingegnere), sarebbe come quello di un giardiniere nello spazio. La vita vegetale è, infatti, la disintegrazione di se stesso. "

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...