venerdì 30 novembre 2012

Le profezie celesti; un monito per migliorare le cose

 
Le profezie sono avvertimenti, celesti avvertimenti, donati all’umanità sia da esseri cha da tempo hanno abbandonato la nostra logica esistenziale, che da esseri volumetricamente più evoluti degli uomini.
Il fatto che molte profezie provengano dalla sfera religiosa, si può spiegare con la logica universale in quanto a differenza di quanto accade sulla terra, nel cosmo esiste una grande collaborazione, una incredibile interazione tra realtà spirituali e realtà fisiche materiali. Sappiamo che questa Mente Cosmica che chiamiamo Dio, ha creato miliardi di forme di vita che occupano l’immenso spazio del cosmo. E questo avviene in dimensioni e piani esistenziali infiniti.
Gli angeli, ad esempio, vivono in mondi super fisici, gli esseri di luce su mondi di energia, mentre le evoluzioni fisiche abitano i mondi materiali, comunque in progressiva evoluzione. Poi esistono piani di vita dove gli esseri non hanno bisogno di corpo, di materia.Noi apparteniamo alla realtà che si manifesta nei mondi materiali destinati comunque, grado grado a perdere massa e materia, per evolvere poi nella luce. Sappiamo che il tempo e lo spazio determinano la nostra dimensione, con tutte le limitazioni del caso, per cui dove lo spazio e il tempo non esistono si può conoscere passato, presente e futuro, in quanto esiste un eterno presente. Alcuni veggenti riescono a leggere in questo eterno presente la realtà delle cose per cui possono profetare.
Dobbiamo considerare che l’inizio di ogni cosa può spiegare la fine. In quanto secondo la legge di causa ed effetto, possiamo ben comprendere quali siano gli effetti provocati da certe cause.Bere in un fosso inquinato può essere la causa di una malattia i cui effetti saranno intossicazione, avvelenamento, colera, infezioni. Nascondere sotto terra gli inquinamenti tossici (causa) può avvelenare le falde acquifere (effetto) in sostanza ciò che seminiamo raccoglieremo. Non è poi così difficile dunque predirre il destino dell’umanità. Bisogna sempre risalire al principio di ogni cosa, alla causa di tutto quello che viviamo e che vivremo, il destino lo tessiamo giorno per giorno, attimo per attimo, nulla viene perso e alla fine, se semineremo frutti negativi, non ci dovremo sorprendere se la nostra esistenza sarà un inferno.
Le profezie che riguardano la nostra umanità sono impressionanti e cariche di funesti presagi. Ma sono solo la conseguenza di certe scelte. Nessuno si diverte ad impaurire gli uomini, nessuno gode delle nostre miserie, anzi nell’universo tutti sono preoccupati per la nostra sorte, cercano di aiutarci sensibilizzando le coscienze di coloro che si adoperano per migliorare le cose, cercano di inviare messaggi, moniti, avvertimenti, ma l’uomo sembra non curarsi di si tanta premura e preoccupazione. Abbiamo le forze per risolvere ogni cosa e non possiamo sempre aspettare che dall’alto qualcuno risolva i nostri problemi e soprattutto che distrugga gli effetti da noi generati.
Nell’universo la Legge non permette di interferire nelle vicende esistenziali di un’altra civiltà, ma non stanno certo con le mani in mano.
Le profezie più antiche le possiamo trovare nei calendari astronomici di antiche civiltà, come gli Olmechi, i Toltechi, i Maya, per poi arrivare a quelle fatte da Maestro Universale Gesù Cristo e in seguito alle apocalissi apocrife e a quella di Giovanni. In seguito tutti i profeti hanno semplicemente collegato gli effetti alle cause via via generate dagli uomini.
LE ANTICHE PROFEZIE
I Maya ereditarono dagli Olmechi, un popolo antichissimo che pare provenisse dal continente scomparso di Atlantide, fatto avvenuto circa 12.000 anni fa, a causa della caduta di un corpo celeste che lo fece inabissare in un giorno e una notte, così come raccontano antichi filosofi come Solone, Platone ecc…
Questo calendario inizia dal 3.114 prima di Cristo e si conclude nel 2012 dopo Cristo. In sostanza, questo calendario ciclico è messo in rapporto con il giro della galassia dove siamo anche noi, la via lattea. Secondo i Maya, ogni volta che il calendario si conclude finisce un’era cosmica e ne inizia un’altra.
Secondo i Maya ci furono 5 ere cosmiche corrispondenti ad altrettante Civiltà. Le precedenti 4 ere, dell’acqua, dell’aria, del fuoco e della terra, sarebbero terminate tutte con degli immani sconvolgimenti ambientali. Alcuni studiosi affermano che la prima civiltà, quella distrutta dall’acqua, era Atlantide. Nel Popolo Vu dei Maya, si legge: “un diluvio fu suscitato dal cuore del Cielo,una pesante resina cadde dal cielo e la faccia della Terra si oscurò, e una nera pioggia cadde su di essa, notte e giorno.”
Sempre secondo i Maya, questa che stiamo vivendo è l’era dell’oro che si concluderà nel 2012, dopo cosa accadrà ? Secondo alcuni studiosi, i cataclismi che caratterizzarono la fine delle precedenti ere furono causati da una inversione del campo magnetico terrestre, dovuto ad uno spostamento dell’asse del pianeta.Infatti, la terra subisce periodicamente una variazione dell’inclinazione assiale rispetto al piano dell’ellittica del sistema solare. Ciò provocherebbe scenari apocalittici. Un forte terremoto farebbe tremare il globo intero. Aria e acqua si muoverebbero di continuo per inerzia, la terra sarebbe spazzata da uragani e i mari investirebbero i continenti, la temperatura diverrebbe torrida e le rocce verrebbero liquefatte, i vulcani erutterebbero e la lava scorrerebbe ovunque. I laghi e i fiumi cambierebbero il loro percorso e immense montagne nascerebbero dove ora sono pianure. Se lo spostamento dell’asse fosse accompagnato da una variazione della velocità di rotazione del geoide, le acque degli oceani equatoriali si ritirerebbero verso i poli.  Lo spostamento dell’asse terrestre cambierebbe il clima in ogni luogo. Vi lascio immaginare quello che potrebbe accadere.
Secondo i Maya gli eventi storici spirituali dell’uomo sono in relazione con i movimenti celesti, e questo è verissimo in quanto ogni singolo individuo dell’universo è strettamente legato con l’universo stesso, solo mettendo in relazione l’evoluzione umana con l’evoluzione cosmica si può predirre il futuro in quanto tutto è nel principio di ogni cosa. Se il principio origina la causa è logico conoscere di seguito l’effetto di ogni cosa.
Dunque se questo è quello che ci aspetta e se è vero quanto vi ho detto fin ora, cioè che nell’universo esiste una fraterna collaborazione, sicuramente qualcuno si prenderà cura di quegli uomini e di quelle donne che hanno chiara la visione della vita in quanto evoluzione e progresso spirituale e materiale. Per questo è stato detto scritto e tramandato “a costoro non sarà tolto neppure un capello”, ma a chi? Le civiltà extraterrestri sono pronte a mettere in atto la più grande evacuazione della storia dell’umanità. Grandi astronavi sono già da tempo state costruite per questa evenienza. Gli uomini devono prepararsi all’ascensione, al cambiamento dimensionale, alla nuova vibrazione spirituale e fisica. Ma molti preferiranno credere nell’uomo nella materia, nelle proprietà accumulate sulla terra, piuttosto che nel disegno divino che cavalca la nostra era.
Ma questo non è da considerarsi come il salvataggio degli eletti, ma un intervento d’aiuto cosmico, una sorta di protezione civile di stampo galattico.
Ma molti però, purtroppo dovranno salire senza il corpo, come molti saranno esiliati in pianeti adatti al loro gradi di spiritualità. Dopo che la terra sarà nuovamente idonea ad ospitare la vita, dopo alcuni processi di purificazione attuati dagli astrali, l’uomo tornerà a vivere su una nuova terra e sotto un nuovo cielo. Le porte del cosmo si apriranno è finalmente l’umanità farà parte della fratellanza cosmica.

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...