martedì 20 novembre 2012

Cosmologia e mitologia dei Maya.

Post taken from this link

Il sistema cosmologico dei Maya è poco conosciuto, ma possiamo dire che i Maya, come la maggior parte delle prime società, credevano che l'universo era composto da tre parti principali: il cielo, la terra e il mondo sotterraneo.


Secondo i miti dei Maya, l'universo è costituito da 13 a 9 mondi sotterranei celesti. Nei cieli dei Maya vi erano tredici livelli, abitati da divinità diverse.
Il mondo sotterraneo di Shibalba (Xibalbá), composto da nove livelli, che sono stati abitati da antiche divinità della morte e della putrefazione. 
I Maya credevano che Shibalba fosse il luogo dove finivano le anime di molte persone dopo la loro morte, e che le divinità degli inferi le tormentavano in quel luogo. Itzamna (Itzamna) era il dio del sole nel cielo che aveva dominato i Maya. Il cielo notturno è spesso rappresentato come una finestra che mostra tutti i fenomeni soprannaturali. I Maya correlavano agli dei le costellazioni visibili nei loro movimenti stagionali sperando di ottenere delle risposte alle loro domande e storie, e credevano che nel cielo notturno si univano tutti i livelli del mondo.I Maya credevano che sulle montagne del Guatemalache vi fosse l'ingresso al mondo sotterraneo, attraverso un apposito foro nel terreno ove scorreva una terribile fontana di sangue e vi fossero corpi in decomposizione. 
Secondo le descrizioni dei Maya, durante i loro viaggi in mondi inferiori l'anima umana avrebbe subito una terribile prova. Questo luogo era attraversato da un fiume - una sorta di Stige (fiume nella mitologia greca che circondava il mondo sotterraneo).Bisognava superare cinque prove attraverso le case dell'inferno, mettendo in pericolo la propria vita. 
Nella Casa delle tenebre regnava l'oscurita' eterna, nella Casa del Freddo vi era un freddo insopportabile nella Casa dei predatori dei formidabili giaguari erano pronti a divorare qualsiasi straniero.
I Maya credevano che il Dio Hunab Ku fosse il creatore del mondo, un Dio supremo e il più grande Creatore. Rappresentava la porta ad altre Galassie oltre al nostro Sole, e tutta la Coscienza che sia mai esistita in questa Galassia. Nel libro sacro dei "Popol Vuh", viene raccontato che il Dio Hunab Kua aveva creato l'umanità dal granturco. Secondo il "Popol Vuh", nel processo di trasformazione del grano in un uomo aveva svolto un ruolo di primo piano non solo il Creatore - il Grande Padre (Kukumay), ma anche il creatore - La Grande Madre (Tepe).
I Maya consideravano la terra come piatta e quadrata, dove ogni angolo aveva un proprio valore e colore: l'est era rosso, il nord nero,il sud bianco, giallo l'ovest. In questo sistema, vi era anche un quinto "angolo", il centro, che era stato associato al colore blu-verde. La Terra era governata da quattro vecchi dèi Pawahtun, precisamente quattro forme di un Dio unico mentre il cielo era supportato anche da quattro dèi Bakab, e in un'altra versione - quattro alberi di diverse specie e colori corrispondenti. 
In questo sistema, nel centro era cresciuto un albero di cotone di colore blu-verde, il cosiddetto "albero della pace" o "albero della vita". 
In cosmologia i Maya,vedevano una sorta di asse del mondo, che collegava il centro della terra con tutti i livelli, come il cielo e gli inferi. 
I Maya piantavano spesso alberi di cotone al centro del villaggio, che simboleggiava la connessione. Secondo le credenze dei Maya dello Yucatan, che risalgono ai tempi antichi, il mondo era stato creato quattro volte e tre volte distrutto dal diluvio.In primo luogo vi era il mondo dei nani che avevano costruito grandi città al buio perché non c'era il sole. Dopo che il diluvio aveva distrutto le' citta',il mondo successivo era abitato da criminali, che vennero spazzati via dauna nuova inondazione. Il terzo mondo venne abitato dai Maya, ma anche loro furono spazzati via dalla piena. In quarto luogo, il mondo moderno sarebbe abitato da persone che sono nate a seguito della miscelazione di preesistenti tribù. Purtroppo, anche loro avranno la stessa sorte visto che un nuovo cataclisma è imminente.

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...