martedì 9 ottobre 2012

Le Tavole di Smeraldo di Thoth l'Atlantideo

Post taken from this link 
La storia delle tavolette tradotte sono cosi' strane che vanno al di là della comprensione degli scienziati moderni. La loro eta' risale a circa 36.000 anni prima di Cristo. L' antico scrittore di queste tavole fu Thoth, un Re-Sacerdote Atlantideo, che fondò una colonia nell'antico Egitto dopo l'affondamento della madre patria.

Egli fu il costruttore della Grande Piramide di Giza, erroneamente attribuita a Cheope. In essa aveva incorporato la sua conoscenza dell'antica saggezza e custoditi in modo sicuro gli strumenti dell'antica Atlantide.
Per circa 16.000 anni, ha governato l'antica razza d'Egitto, tra il 36,000 ed il 52,000 AC. A quel tempo, l'antica razza barbara, presso la quale lui ei suoi seguaci si erano stabiliti era stata elevata a un alto grado di civiltà.
Thoth era un immortale,poiche' aveva vinto la morte. La sua vasta saggezza lo rese governatore di varie colonie di Atlantide, tra ik Sud ed il Centro America. 
Quando arrivo' il momento di lasciare l'Egitto,creo' la Grande Piramide che forniva l'ingresso alle Grandi Sale di Amenti, nelle quali custodi' i suoi dischi, riferendo ai guardiani che i suoi segreti erano tra i più grandi del suo popolo Atlantideo.In tempi successivi, i discendenti di questi guardiani divennero dei sacerdoti della piramide, attraverso la quale Thoth venne venerato come una divinità,il Dio della saggezza, poiche' avrebbe custodito le conoscenze per quel periodo buio che segui' la sua morte. Nella leggenda, le Sale di Amenti divennero l'oltretomba, le Sale degli Dei, dove l'anima veniva sottoposto al giudizio dopo la morte. Durante le ere successive, l'ego di Thoth si diffuse nei corpi degli uomini nella maniera descritta nelle tabelle. Come tale, egli si incarno' per tre volte, diventando una leggenda nota come Hermes, il tre volte-nato. In questa ultima incarnazione,aveva lasciato gli scritti agli occultisti moderni attraverso le Tavolette di Smeraldo, una esposizione tardiva e di gran lunga inferiore degli antichi misteri.
Le tavolette tradotte in questo lavoro sono dieci e sono state lasciate nella Grande Piramide custodite dai sacerdoti delle piramidi. Queste tavolette sono state divise in tredici parti per motivi di convenienza mentre le ultime due sono molto importanti e di vasta portata per via dei loro contenuti. Tuttavia, tali contenuti segreti che si riveleranno di inestimabile valore per lo studioso serio.
Esse devono essere lette, non una, ma centinaia di volte, solo perché solo allora il vero significato potra' essere rivelato. Una lettura casuale darà solo alcuni scorci della loro bellezza, mentre uno studio più intenso consentira' di fornire la saggezza al ricercatore. Come questi grandi segreti furono rivelati all'uomo moderno dopo essere stati nascosti per così tanto tempo?
Circa 80 anni prima di Cristo, l'Egitto, l'antico Khem, era in fermento e molte delegazioni di sacerdoti erano stati inviate in altre parti del mondo.
Tra questi vi erano alcuni dei sacerdoti della piramide che portavano con loro le Tavolette di Smeraldo come talismano con cui si poteva esercitare l'autorità sul sacerdote meno avanzato e su altre razze che discendevano da altre colonie di Atlantide.  Il gruppo di sacerdoti, portarono con loro le tavolette emigrando in Sud America, dove trovarono una civilta' fiorente,i Maya i quali avevano conservato gran parte della loro antica saggezza.
Nel X secolo, i Maya si stabilirono nello Yucatan, e le preziose tavolette furono collocate sotto l'altare di uno dei grandi templi del Dio Sole
Dopo che i Maya furono conquistati da parte degli Spagnoli, le città furono abbandonate ed i tesori dei templi dimenticati.
Quindi si ritiene che la Grande Piramide d'Egitto è stata ed è ancora un tempio di iniziazione ai misteri. Gesù, Salomone, Apolunio e altri furono condotti in quei luoghi. Lo scrittore (che aveva un collegamento con la Grande Loggia Bianca e che aveva operato anche attraverso il sacerdozio) fu incaricato di recuperare e restituire le vecchie tavole alla Grande Piramide.
Prima di restituire le tavolette, gli è stato dato il permesso di tradurre e conservare una copia della saggezza incisa sulle tavole.Questo è avvenuto nel 1925 e solo ora una parte di esse sono state pubblicate. 
Queste tavole sono costituite da dodici tabelle dal colore verde smeraldo, formate da una sostanza creata tramite trasmutazione chimica.
Sono resistenti a tutti gli elementi e sostanze. In effetti, la struttura atomica e cellulare è fissa e non cambia mai aspetto.
Su di esse sono incisi caratteri nella antica lingua di Atlantide: caratteri che rispondono alle onde in sintonia di pensiero, liberando la vibrazione mentale associata nella mente del lettore.
Le tavole sono decorate in oro e lega colorata corredate da un asta dello stesso materiale. Questo per quanto riguarda l'aspetto materiale.
La saggezza in esse contenute è il fondamento degli antichi misteri ed e' rivolta a colorono che riusciranno a leggere con gli occhi aperti e la mente, acquisendo la loro antica saggezza.La più alta conoscenza è inesprimibile, perché esiste come entità su rotte che trascendono tutte le parole materiali o simboli.
Tutti i simboli sono delle chiavi che aprono le porte che conducono alla verità, e molte volte quando la porta non si apre e' perché la chiave sembra essere così grande che le cose che sono al di là di essa non sono visibili.
Se siamo in grado di capire tutti i simboli materiali come manifestazioni, essi diventano delle estensioni di una grande legge e verità, e cominceremo a sviluppare la visione che ci permetterà di penetrare oltre il velo.
Tutte le cose in tutti gli universi si muovono secondo una legge, e la legge che regola il movimento dei pianeti non è più immutabile della legge che regola le espressioni materiali dell'uomo.Uno delle più grandi di tutte le Leggi Cosmiche è quella che è responsabile della formazione dell'uomo come essere materiale.
Il principale obiettivo delle scuole misteriche di tutte le età è stato quello di rivelare le opere che collegano l'uomo materiale a quello spirituale.
L'anello di congiunzione tra l'uomo materiale e l'uomo spirituale è l'uomo intellettuale, poiché la mente è coinvolta materialmente.
Colui che aspira alla conoscenza superiore deve sviluppare il lato intellettuale della sua natura, per rafforzare la sua volontà che è in grado di concentrare tutti i poteri del suo essere nel piano che egli desidera.La grande ricerca della luce,la vita e l'amore comincia solo sul piano materiale. L'obiettivo finale si concretizza con la coscienza universale. La materia di base è il primo passo, poi arriva la meta superiore nella realizzazione spirituale.

Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...