venerdì 8 giugno 2012

DUR.AN.KI - IL «LEGAME» TRA TERRA E CIELO

 Tratto da Gli Architetti del Tempo
di  Z.Sitchin
Fin dagli albori della sua storia, l’uomo ha sempre alzato gli occhi al Cielo in cerca di guida, ispirazione, aiuto nelle avversità.
Fin dall’inizio, anche se Cielo e Terra erano separati al momento della creazione,hanno sempre continuato a incontrarsi all’orizzonte, e proprio qui, quando l’uomo lasciava andare il suo sguardo lontano, all’alba o al tramonto, poteva vedere la Schiera Celeste. 
Cielo e Terra si incontrano all’orizzonte, e l’insieme di conoscenze che si ottengono osservando i cieli e i movimenti celesti che ne derivano si chiama «astronomia».  Da sempre l’uomo sa che i propri creatori erano arrivati dal Cielo – Anunnaki li chiamava, letteralmente «Coloro che dal Cielo vennero sulla Terra». La loro dimora era nei cieli, l’uomo l’ha sempre saputo: «O Padre, che sei nei cieli”, ha imparato a dire. 
Ma sapeva anche che quelli degli Anunnaki che erano venuti a stare sulla Terra potevano essere adorati nel templi. L’uomo e i suoi dèi si incontravano nei templi, e l’insieme di conoscenze, riti e credenze che ne risultava si chiama «religione».Il più importante «centro di culto», “l’ombelico della terra», era la città di Enlil nella regione che poi sarebbe diventata Sumer: vero e proprio «centro», oltre che geografico, anche religioso e filosofico, la città - Nippur - era il Centro di controllo della Missione; e il suo Sancta Sanctorum, dove erano conservate le Tavole dei Destini, si chiamava DUR.AN.K1 - «Legame tra Cielo e Terra”. 


Nessun commento :

Posta un commento

Un caffe' e' ben accetto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...