lunedì 13 febbraio 2017

La scoperta in Romania di una piramide antidiluviana

Pyramid at Coltesti
A testimoniare l'esistenza di strutture artificiali edificate in epoche remote da civiltà estremamente avanzate sono le numerose piramidi individuate in varie aree geografiche del nostro pianeta, dall'Africa all'Asia senza trascurare l'America e la nostra cara e vecchia Europa ove vi sono dei luoghi in cui sono venute alla luce delle antiche strutture ricoperte da una fitta vegetazione al punto da confondersi perfettamente con l'ambiente circostante. Per gli storici tali enormi strutture non possono essere ricollegate a formazioni naturali visto che la loro enorme mole e la struttura particolarmente complessa sembra suggerire l'intervento di antichi costruttori particolarmente preparati nell'erigere enormi complessi monumentali. 
Una di queste piramidi si trova sulla montagna Buzau, un luogo dove sono state individuate altre numerose formazioni megalitiche edificate in epoche remote da una civiltà sconosciuta.
Il misterioso tumulo che troneggia lungo la catena montuosa del Buzau misura circa 1000 metri d'altezza  ha conquistato la curiosità di alcuni archeologi dopo che quest'ultimi si sono imbattuti con quelli che sembrano i resti di un'antica piramide.L'età stimata di queste piramidi varia da poche centinaia a migliaia di anni, alcune delle quali possono essere state innalzate in epoche antidiluviane. Se il gigantesco tumulo dovesse risultare artificiale allora rafforzerebbe la teoria che la capillare distribuzione di enormi piramidi sul nostro pianeta potrebbe essere ricondotta all'opera degli appartenenti di un'antica cultura globale che attribuivano a queste monumentali costruzioni degli immani poteri energetici ottenuti dalle forze dell'universo e dall'invisibile griglia elettromagnetica che avvolge il nostro intero pianeta.
disclose.tv

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...