giovedì 26 gennaio 2017

Il Popolo delle Stelle

IL POPOLO DI STELLE
Numerose sono le leggende che narrano di presunti incontri con i rappresentanti di altri mondi con i quali gli antichi Navajo ebbero modo di approcciarsi Spiritualmente .
Una di queste storie risale al mese di gennaio 2012, quando delle strane luci furono osservate da una donna e dalla rispettiva figlioletta entrambe confinate in una delle tante riserve indiane degli Stati Uniti. Ciò che vide la donna erano delle luci pulsanti che nel levitare sopra le loro teste, si accendevano ad intermittenza seguendo uno schema ben preciso . 
Subito dopo fu udito un forte boom sonico provocato da una strana navicella sulla quale spiccava una sorta di cupola nera. Da premettere che alcune leggende tramandate nel corso dei secoli dai nativi americani cosi' come dagli aborigeni, dai tibetani, da alcune tribù africane e da altri popoli ancora, narrano di antichi incontri avvenuti in epoche remote con visitatori provenienti da altri mondi. Tali contatti extraterrestri sono entrati a far parte del folklore tribale al punto da condizionare lo stile di vita e le tradizioni di alcune tribù che per secoli hanno gelosamente custodito ancestrali segreti . 
Coincidenza vuole che tutti questi popoli fanno riferimento ad un'antico intervento sulla Terra da parte di alcuni rappresentanti appartenenti al Popolo delle Stelle. Andando a ritroso nel tempo bisogna ricordare ciò che accade il 21 novembre 1967 alle ore 9:30, quando due giovani indiani della tribù Navajo Tossie Guy e Will Begay, vennero accecati da un forte lampo apparso improvvisamente davanti alla loro autovettura mentre percorreva un tratto di strada particolarmente isolata, appena fuori dalla cittadina di Ririe (nello Stato dell'Idaho). Subito dopo il misterioso bagliore seguì l'improvvisa comparsa di un disco volante di circa otto piedi di diametro dominato sulla parte superiore da una specie di cupola. Lungo i bordi dell'oggetto volante erano disposte delle luci lampeggianti il cui colore variava dall'arancione al verde. 
A questo punto l'autovettura si fermò, mentre l'oggetto rimaneva sospeso a circa cinque piedi dal manto stradale illuminando l'intera area di un'intensa luce verde. Attraverso la cupola trasparente, i due amici riuscirono a scorgere all'interno del dispositivo volante la presenza di due piccoli occupanti. Trascorsi alcuni istanti, dalla cupola uscì uno strano umanoide che dopo essersi librato in aria per alcuni secondi scese lentamente verso il suolo.
L'essere, alto circa 3 piedi e mezzo indossava una specie di zaino che superava la sua testa calva mentre il suo viso ovale appariva fortemente butterato e rugoso sul quale spiccavano delle orecchie di notevoli dimensioni , occhi piccoli e rotondi mentre la bocca aveva la forma di una piccola fessura. Apparentemente sul volto dell'umanoide i due giovani indiani non riuscirono a distinguere il naso poiché la sua faccia appariva particolarmente sfigurata. L'umanoide, dopo essersi avvicinato all'autovettura aprì la portiera del guidatore costringendo i due giovani testimoni a rifugiarsi verso la parte destra dell'abitacolo . 
Trascorsi alcuni istanti l'autovettura si ritrovo' inspiegabilmente all'interno di un campo di grano come se una forza oscura l'avesse teletrasportata con i rispettivi occupanti. A questo punto uno dei due giovani aprì la portiera e corse verso una casa colonica distante un quarto di miglio dal luogo in cui si trovavano. Begay, nel frattempo, si ranocchio' sul sedile anteriore ove riuscì ad ascoltare dei suoni incomprensibili simili a grida di uccelli i quali sembravano provenire dalla misteriosa Entità . Quando i due giovani si ripresero dallo chock corsero subito in direzione dell'autovettura un attimo prima che l'UFO scomparisse definitivamente nel cielo seguendo una traiettoria a zig-zag.
Dalle indagini era emerso che altri agricoltori avevano visto delle strane luci nella zona. Alcuni addirittura avevano affermato di aver notato qualcosa di strano in alcuni capi di bestiame che sembravano particolarmente eccitati come se fossero stati terrorizzati da qualcosa di particolarmente ostile.
Alla prossima puntata-

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...