martedì 31 maggio 2016

Colossali piramidi sottomarine individuate nelle isole Azzorre

piramidi sottomarine
Jacques Cousteau ipotizzo' in un primo momento che la civiltà di Atalante fosse riconducibile all'antica civiltà cretese. 
Altri ancora, teorizzarono  che al largo delle isole Azzorre si nascondesse il luogo descritto da Platone ove una civiltà molto avanzata come quella di Atlantide avrebbe potuto prosperare non lontano dalle colonne d'Ercole, vale a dire oltre lo Stretto di Gibilterra. Ancora oggi molto ritengono che in questo tratto di mare si potrebbero nascondere delle antiche vestigia riconducibili al leggendario continente scomparso. Da Platone ai giorni nostri, l'enigma di Atlantide ha affascinato intere generazioni. Anche se per alcuni Atlantide è destinato a rimanere solo un mito, alcune intuizioni scientifiche sembrano voler sostenere l'esistenza di questa misteriosa civiltà, grazie soprattutto alle numerose indicazioni oggettive. Nel 2013, una gigantesca piramide sottomarina è stata scoperta al largo delle isole Azzorre del Portogallo. 
L'enorme struttura che misura 60 metri di altezza con una base non inferiore a 8.000 metri quadrati, è stata scoperta da un velista amatoriale di nome Diocleziano Silva. Mentre stava pescando nell'oceano Atlantico a bordo del suo yacht, tra l'isola di São Miguel e Terceira, uno strano segnale fu raccolto dal radar che rapidamente attirò l'attenzione del pescatore. Quando si accorse che i segnali sembravano provenire dal fondale marino, quello che gli si concretizzo' davanti agli occhi fu un'enorme struttura che assomigliava molto a una piramide, con la sua punta sommersa a circa 40 piedi sotto l'acqua. Non sono state fornite altre indicazioni aggiuntive circa questa intrigante scoperta che probabilmente potrebbe diventare motivo di speculazione da parte di quei ricercatori impegnati in questo tipo di studi. 

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...