domenica 3 aprile 2016

Gatti - Gli agenti segreti di civiltà cosmiche

civiltà cosmiche
Sulla Terra, come sappiamo, esistono numerose creature misteriose difficilmente collocabili in quelle specie di animali a noi conosciuti spesso raffigurati come dei terrificanti mostri nei film di Hollywood o misteriose creature che popolano le oscure profondità del mare, prive di occhi e in grado di sopravvivere per lunghi periodi di tempo senza nutrirsi come il fantomatico mostro di Loch Ness o i Bigfoot.
Ora si scopre, che accanto a noi, vivono delle creature completamente familiari che non sono meno misteriose dello stesso Bigfoot. Queste creature sono i gatti da sempre correlati con ancestrali riti esoterici. Ebbene sono proprio i ricercatori moderni ad affermare che i gatti potrebbero essere i rappresentanti di civiltà extraterrestri. Quanto più una persona impara dai gatti, più si rende conto che in effetti non sono più stupidi dell'uomo stesso nel momento in cui cerca di comprendere il loro carattere.
I gatti non risentono affatto della mancanza delle persone, ma nonostante questo hanno sempre vissuto fianco a fianco con gli esseri umani. 
Perché dovrebbero affezionarsi agli Uomini? 
Il grande esperto di gatti Yuri Kuklachev afferma che un gatto non può essere costretto a fare qualcosa solo per ottenere da lui il suo affetto, né soffrirebbe più di tanto per la mancanza di alimentazione o per una punizione inferta per una marachella. Essi, semmai, dimostrano furbescamente il loro affetto solo perché essi stessi vogliono farlo magari per un giusto rendiconto alimentare. 
La prima menzione dei gatti risale solo dopo il Diluvio Universale. In effetti alcune leggende raccontano che i gatti sono stati creati dagli dei attraverso l'incrocio di una scimmia con un leone, o che il gatto non è altro che una creatura chimerica venuta da chissà dove . Il gatto è un essere vivente unico nel suo genere perché possiede delle particolari abilità non riscontrabili in altri animali domestici . Comprendere le vere intenzioni di un gatto è molto facile, basta guardarlo negli occhi per capire cosa sta escogitando. 
I ricercatori attribuiscono la comparsa dei gatti all'antico Egitto quando gli egizi non solo tenevano in casa questi animali , ma li adoravano, costruendo dei templi appositamente per loro e imbalsamandoli seguendo un processo di mummificazione . Perché tanta venerazione per questi enigmatici animaletti? 
Gli egiziani, come sappiamo, non facevano niente senza un vero scopo. Come si è scoperto, questo particolare atteggiamento verso i gatti non era affatto accidentale. Gli Egizi conoscevano molti segreti associati con il misterioso comportamento dei gatti, in particolare, che le bestiole non erano affatto di origine terrestre visto che sono giunte sul nostro pianeta da Sirio come accompagnatori degli dei.
Di conseguenza, essi erano considerati come delle autentiche divinità. Alcuni sacerdoti egizi erano sicuri che nello spazio si nascondesse un'intera civiltà Felini-forme costituita da esseri senzienti residenti vicino alla stella Siria. I suoi rappresentanti sono stati costretti ad organizzarsi e sviluppare un alto livello di spiritualità e coscienza.
Queste entità erano in grado di cambiare la forma dei loro corpi (passando dalla forma umana a quella di un gatto e viceversa). Ecco perché una delle più antiche dee egiziane - Bast - è raffigurata con la testa di un gatto e un corpo umano. Inoltre, gli antichi egizi erano a conoscenza delle abilità sorprendenti dei gatti ai quali era concesso il diritto di raggiungere i luoghi sacri delle piramidi e i templi, dove non potevano assumere l'aspetto dei sacerdoti. 
Ecco perché spesso durante gli scavi, gli archeologi hanno scoperto spesso delle piccole porte attraverso le quali nessun uomo poteva accedere. I gatti sacri venivamo tenuti all'interno di edifici appositamente costruiti, che con il tempo avrebbero permesso loro di accedere in una dimensione parallela o fare ritorno nel passato, quando sulla Terra giunsero gli dei di Sirius con lo scopo di ragguagliare il genere umano affinché sapesse distinguere le cose buone da quelle cattive. Inoltre, i gatti avevano ed hanno tutt'ora altre capacità miracolose, tra cui la chiaroveggenza Questa capacità consiste nell'assimilare l'energia dello spazio circostante, degli oggetti e delle persone. 
I gatti sono costantemente impegnati nello sbarazzarsi delle negatività mantenendo l'ambiente pulito. Non c'è da stupirsi che molti popoli tendono a costruire una casa personalizzata e su misura per il loro primo gatto all'interno della quale la bestiola sceglierà un luogo geopatico particolarmente adatto alle sue esigenze. Tra l'altro, questa funzione è stata utilizzata, secondo la leggenda, anche dagli appartenenti della civiltà di Atlantide, che con i loro gatti geneticamente modificati gli costringevano ad assorbire tutta la negatività dal loro corpo. Da quel momento, il gatto è diventato una sorta di collettore di energia negativa. E se prima il gatto poteva vivere quasi un centinaio di anni, ora a malapena raggiunge la ventina. Un'altra caratteristica è la capacità dei gatti di ritrovare la strada di casa, anche in luoghi sconosciuti.
Questo grazioso animale, tra l'altro, induce gli scienziati a porsi molte molte domande, anche anche se la maggior parte di loro non hanno ancora trovato le risposte che molti si attendevano.

4 commenti :

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...