sabato 19 settembre 2015

La scoperta in Cina di 68 teschi muniti del "terzo occhio"

China skulls third eye
Tra il 1986-1989 in Cina, durante degli scavi,gli archeologi hanno scoperto 68 teschi particolarmente insoliti sul cui osso occipitale vi è un'icavatura come se fosse muniti di un "terzo occhio".
Tali reperti sono stati presentati al pubblico in una mostra tenutasi a Urumqi. Gli archeologi hanno stimato l'età dei teschi che si aggira tra i 2,2 ai 2800 anni. I ricercatori vogliono ricorrere all'aiuto di alcuni criminologi in modo da determinare la presenza di fori nelle ossa craniche. 
Al momento, gli esperti cinesi ritengono che questi fori potrebbero essere stati creati da ferite fatali durante i cruenti combattimenti tra le tribù che vivevano a quel tempo nelle regioni nord-occidentali della Cina. Alcuni studiosi ritengono che il "terzo occhio", è stato realizzato con l'aiuto della chirurgia, che non ha impedito a queste persone di vivere una vita normale. Tali riti erano popolari tra gli Aztechi e altre tribù del Sud America.
È interessante notare che i monaci tibetani, usando una tecnologia speciale, hanno aperto il cranio alla ricerca di quello che potrebbe essere il "terzo occhio", responsabile per lo sviluppo dell'intuizione e chiaroveggenza.

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...