domenica 4 gennaio 2015

Gungywamp: un Gateway per una realtà parallela ?

Il viaggio a ritroso nel tempo ci porta in un antico complesso archeologico in Groton, Connecticut , Stati Uniti costituito da varie strutture in pietra di origine sconosciuta risalenti al 2000-770 aC, disposte in un cerchio e resti di due nativi americani.Ancora oggi nessuno sa con esattezza chi puo’ aver costruito questo sito, i cui costruttori erano sicuramente degli astronomi esperti.
In questo luogo interessante si sono verificati molti fenomeni strani. Il sito è creduto essere come un portale attraverso il quale accedere in un mondo sconosciuto. Il mistero che circonda il sito e’ il perché il tempo sembra fermarsi in alcune parti del luogo? 
Perché i visitatori sperimentano degli effetti fisiologici spiacevoli? 
Il sito di Gungywamp è un antico e intrigante complesso che si estende su una superficie di 55 ettari ed è diviso a nord e a sud da sezioni che comprendono un doppio cerchio di pietre, pietre erette, e diverse camere in pietra.Poco si sa di questo antico luogo e gli archeologi stanno ancora cercando di determinare chi ha costruito l'insediamento.Nessuno sa nemmeno il significato del suo nome. Alcuni sostengono che Gungywamp è una parola dei nativi Mohegan che significa"Luogo di Ledges." Durante gli scavi gli scienziati hanno scoperto molti manufatti dei nativi americani su una proprietà che una volta era disseminata di case coloniali.Il sito di Gungywamp e’ stato forse abbandonato dai nativi americani qualche centinaiao di anni fa? 
Altrimenti quale storia molto più complessa si potrebbe nascondere dietro a questo antico luogo interessante? Secondo una teoria, il complesso di Gungywamp fu utilizzato inizialmente dai nativi americani e in seguito dai coloni giunti dall’Europa. Un'altra teoria afferma che il sito potrebbe risalire al 600 dC e sarebbe stato creato dai monaci Culdee fuggiti dall’ Irlanda. 
È interessante notare che, un analogo complesso inusuale scoperto in Groton (Connecticut) è stato datato a circa 2000 aC. Alcuni ricercatori credono che originariamente il sito di Gungywamp è stato costruito dagli antichi Celti. 
C'è forse una connessione nascosta tra i druidi e questo luogo misterioso? Alcune magnifiche stanze rinvenute all’interno del sito assomigliano molto alle strutture celtiche edificate in Irlanda e Bretagna. I Druidi erano eccellenti astronomi che osservavano i pianeti e mappavano i cieli riuscendo a prevedere le fasi lunari e le eclissi solari, nonche’ la data esatta degli equinozi e solstizi. 
I costruttori di Gungywamp avevano delle particolari conoscenze nello studio dell'astronomia. All'interno del complesso, si trova una camera edificata con delle pietre a secco e pareti con un’apertura per permettere l’entrata dei raggi del sole in modo da ottenere quattro allineamenti solari. 
Gli equinozi d'autunno,primavera,estate e solstizi d'inverno sono tutti contrassegnati da fasci di luce che illuminano la stanza in modi diversi. L'orientamento preciso per l’osservazione degli eventi celesti rende la camera simile a un antico calendario, una sorta di Stonehenge Americana. David Barron, presidente della Gungywamp Society. nell’ispezionare regolarmente il sito ha notato che molte persone sperimentano strani effetti quando entrano nella camera. Alcune persone hanno riferito di aver accusato delle vertigini, altre invece dei giramenti di testa, nausea, e un forte mal di testa.
Senza dubbio, la camera ha un effetto negativo sul benessere fisico di una persona. Il sito si trova sulla cima di un enorme deposito di minerali di ferro puro strutturati sotto forma di magnetite. 
Questo antico complesso è interessante anche per una serie di altri motivi.Le persone che visitano la Rupe di lacrime sperimentano vari effetti fisiologici spiacevoli, fenomeni paranormali insoliti e non vi è ragione di pensare che il luogo serve da cuscinetto tra il nostro mondo e una realtà parallela.
The Cliff of Tears deve il suo nome perché le persone che visitano il sito cominciano a piangere senza un motivo apparente.Altri visitatori hanno sperimentato epistassi spontanee, e talvolta addirittura sanguinamento attraverso i loro occhi, le orecchie e le unghie. Molti anni fa, quando il signor Barron guido’ un gruppo di persone in un tour, una donna anziana gli si avvicinò. Aveva grosse lacrime che scorrevano sulle guance.
La donna disse a Barron: "Non so perché sto piangendo,anche se ho la sensazione di sentirmi molto felice!" Barron assicuro’ l’anziana signora affermando che questo fenomeno si era verificato spesso anche su altre persone che avevano visitato il sito. L’esperto afferma di aver scoperto che un enorme filone di magnetite, con delle inversione di polarità, si estende attraverso tutta la scogliera. Questo potrebbe avere un effetto significativo sulla riduzione della pressione arteriosa, provocando un flusso sanguigno verso le estremita’ dei sottili capillari e altre sensazioni di malessere. Barron ha il sospetto che questo è uno dei motivi per cui gli uccelli evitano la zona, dal momento che il campo magnetico li confonde e li disorienta. 
Nell'estate del 1991, Charles Boyle, il ricercatore scientifico che si interessava delle civiltà antiche, ha visitato il complesso di Gungywamp e con la sua esperienza ha suggerito che questo luogo affascinante potrebbe essere un portale verso un altro mondo sconosciuto. 
© Fonte di riferimento 

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...