sabato 20 settembre 2014

India: un faro per guidare gli alieni sull’altopiano del Ladakh

9india-cave
Nello stato indiano del Chhattisgarh sono state scoperte pitture rupestri risalenti ad almeno 10 000 anni fa. Secondo l'archeologo, JR Bhagat, i dipinti scoperti in una grotta situata a 130 chilometri da Raipur, raffigurerebbero delle creature aliene incontrate in un lontano passato dagli uomini preistorici. 

Ladakh ufo

Questi disegni sono così insoliti che il Dipartimento indiano di Archeologia e Cultura ha chiesto l’ aiuto della NASA e ISRO (Indian Space Research Agency) per per poter studiare queste raffigurazioni. L'ipotesi che delle civiltà extraterrestri sarebbero sbarcate in India era già a conoscenza delle antiche popolazioni locali. Le pitture rupestri scoperte in India non sono l'unico indicatore di questa teoria. In quella regione avvengono dei fenomeni la cui natura non è ancora stata spiegata dagli scienziati. 
Sul territorio del pianoro di Ladakh, per esempio, vi è solo una collina magnetica, la quale e’ situata a 30 chilometri dalla città di Leh. Secondo le ipotesi formulate da diversi ricercatori, in particolare dai ricercatori della NASA, questa collina potrebbe essere una sorta di "faro" utilizzato dalle civiltà extraterrestri. Su questa collina che emana una elevata radiazione elettromagnetica non si applicano le leggi di gravità. Gli esperimenti hanno ripetutamente dimostrato che, su questa collina, una macchina può con il motore spento, andare in salita ad una velocità di circa 20 km / h. Allo stesso modo, i piloti che volano sopra la collina magnetica devono guadagnare quota poiche’ la radiazione elettromagnetica è così elevata che potrebbe essere in grado di disattivare i dispositivi di navigazione. 
"Ciò che sappiamo sul cosmo e’ che la radiazione elettromagnetica si propaga nel vuoto alla stessa velocità della luce", come indicato dall’astrofisico russo, Vassili Voschinnikov:"Le radiazioni elettromagnetiche possono percorrere distanze molto più lunghe in una frazione di secondo.Per quanto ne so, ci sono aree del nostro pianeta, dove la radiazione è tale che è visibile dallo spazio a diversi miliardi di anni luce. Non escludo che il Ladakh è una di quelle aree. "Il deserto di ghiaccio del Ladakh funziona come un riflettore a specchio in modo simile a quanto avviene nella Valle della Morte in California, USA. 
Sia l'altopiano del Ladakh che la Valle della Morte si trovano sullo stesso parallelo terrestre. Ma se la Valle della Morte si trova nella cavità di una montagna, 86 metri sotto il livello del mare, l’altopiano del Ladakh è il più alto in India , che punta a una altitudine di 2750 metri sul livello del il mare. Entrambi i luoghi hanno anche delle temperature letteralmente opposte. Se la temperatura più alta del mondo (56,7 ° C) è stata registrata nella Death Valley nel 1913, sull’altopiano del Ladakh, al contrario, ogni inverno la temperatura scende a -40 ° C, nonostante si trova nei tropici indiani! 
Entrambi i deserti si trovano sulla stessa latitudine e hanno le stesse proprietà elettromagnetiche. Tuttavia, con diversi indicatori climatici, formano una sorta di gigantesco magnete in grado di emettere un segnale diretto verso lo spazio per cui la maggior parte delle emissioni elettromagnetiche vengono sprigionate nella Valle della Morte in California e in misura inferiore nel Ladakh, vicino alla città di Leh.L'ipotesi fatta dagli scienziati è che questi luoghi sono il "fiore all'occhiello" di qualche civiltà extraterrestre. Questa ipotesi è stata sviluppata da osservazioni fatte dalla popolazione locale. Oltre alle antiche leggende, ci sono nuove storie trasmesse dagli anziani che raccontano che nel Ladakh, alla fine della Seconda Guerra Mondiale, un UFO era atterrato nel monastero di Lamayuru. Si dice che alcuni nani uscirono da un velivolo non identificato i quali vietarono alla gente di avvicinarsi.La cosa sorprendente e’ che questi esseri avevano nelle mani dei tubi molto strani mentre il loro aspetto era simile agli umanoidi raffigurati nelle pitture rupestri scoperte in Chhattisgarh. 

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...