venerdì 16 maggio 2014

La Tecnologia degli Dei

vimana Ufo
Le storie e folklore che fanno riferimento allo schianto di dischi volanti e la relativa acquisizione della tecnologia aliena sono considerate un fenomeno del 20 ° secolo. Tuttavia, le leggende e i racconti del nostro lontano passato rivelano che l'umanità era destinata periodicamente ad acquisire una tecnologia che non apparteneva a questo pianeta.
Dr.AV Krishna Murty vimana
La comparsa dell’ Homo sapiens circa 200.000 anni fa, sembra sfidare le moderne teorie dell'evoluzione umana. Anche se gli esseri umani sono chiaramente legati ai primati, ci sono poche prove fossili in grado di sostenere che l'uomo moderno si e’ naturalmente evoluto dai suoi parenti primitivi. In realtà, se analizziamo i reperti fossili, i moderni uomini apparvero improvvisamente sul pianeta e ben presto soppiantarono gli altri suoi fratelli meno sviluppati. L'improvvisa apparizione della civiltà, specialmente nella Mesopotamia preistorica, ha smentito nel corso degli anni alcune teorie degli scienziati moderni. Per migliaia di anni il più grande successo tecnologico è stato l'uso di strumenti di pietra. 
Poi da un giorno all'altro, i nomadi cacciatori neolitici scoprirono l'agricoltura, che a sua volta ha portato alla nascita di comunità ben definite. Una delle più antiche civiltà conosciute erano i Sumeri. Nessuno sa con certezza da dove sono venuti, perché la loro lingua e la cultura non hanno fonti rintracciabili. Tuttavia, i Sumeri hanno fatto cose che nessun essere umano aveva fatto prima. Tra il 3900 aC e il 3000 aC, i Sumeri svilupparono una società ricca di arte e tecnologia mai vista prima negli annali della storia.
Lo scrittore Zecharia Sitchin ritiene che i Sumeri erano in grado di raggiungere il loro alto ordine nella società perché erano guidati dagli Anunnaki, ovvero "coloro che dal cielo sono scesi sulla Terra". Sitchin, biblista e linguista, era una delle sole 200 persone al mondo in grado di decifrare e leggere la lingua sumera.Sitchin ritiene che i Sumeri avrebbero scritto la vera storia di alcune razze aliene molto avanzate che sono venute sulla Terra con lo scopo di creare la razza umana.Secondo la sua interpretazione dei testi antichi, la sapienza del genere umano è stata "impartita dal cielo alla terra" e precisamente dagli alieni intorno al 3760 AC. Questo dono della scienza, afferma Sitchin, includeva l'agricoltura, la medicina, e la matematica. 
Inoltre gli Anunnaki avrebbero rivelato i segreti dell’ astronomia.Sitchin afferma che gli antichi popoli avevano effettivamente capito la struttura del sistema solare, forse meglio di molte successive generazioni di astronomi.I Sumeri erano a conoscenza di tutti i pianeti del sistema solare e avevano preannunciato l’arrivo di un pianeta che gli astronomi moderni devono ancora scoprire; il pianeta natale degli Anunnaki, Nibiru .Le leggende sumere raccontano la storia di come gli Anunnaki vennero sulla Terra da Nibiru per estrarre l'oro.Gli Anunnaki ben presto si stancarono del loro pesante lavoro per cui Ninharsag, la dea responsabile della medicina, unì i geni degli Anunnaki con un primitivo uomo-scimmia o ominide creando in questo modo un Lulu, un lavoratore primitivo in modo da alleviare gli Anunnaki del loro duro lavoro. 
Ninharsag, successivamente chiamata Ninti,o "signora che dà la vita", conservò il prototipo ibrido e gridò, "Le mie mani hanno creato questo”. Il lavoratore primitivo Lulu somigliava agli Anunnaki. A differenza del suo peloso antenato uomo-scimmia, l'ibrido aveva, secondo il testo Atra Hasis ", una pelle simile a quella di un dio."L'uomo è stato creato a immagine degli dei ".Molti popoli antichi credevano che la loro tecnologia era il risultato di doni fatti dagli dei. Gli dèi di tanto in tanto venivano sulla terra nei momenti di grande bisogno per assistere l'umanità con vari tipi di conoscenze. Questo racconto è stato così spesso ripetuto in passato che le recenti storie di tecnologia acquisita da un disco volante precipitato potrebbe essere la versione moderna di un doni degli dei che hanno ancora un particolare interesse per l'umanità e la loro stessa creazione. Il Dr.V.Raghavan, capo del dipartimento di sanscrito presso la prestigiosa Università indiana di Madras, sostiene che i secolari documenti in sanscrito (la lingua classica dell'India e induismo) dimostrano che gli alieni provenienti dallo spazio avevano visitato la Terra molti secoli fa."Dopo cinquant'anni di ricerca su queste antiche opere mi sono convinto che ci sono esseri viventi su altri pianeti, i quali hanno visitato la terra nel lontano 4000 aC", afferma lo studioso. 
"Vi sono numerose e interessanti informazioni su macchine volanti, fantastiche armi di fantascienza, che si possono trovare nelle traduzioni dei Veda (Scritture), poemi epici indiani, e altri antichi testi in sanscrito." 
Il Mahabharata, cita i raggi provenienti da armi divine e anche una sorta di arma ipnotica. Vi è anche una descrizione dei Vimana , o macchine volanti, che naviga a grandi altezze con l'aiuto del mercurio e un forte vento propulsivo. Questi erano gli antichi veicoli spaziali simili a oggetti volanti non identificati che vengono tuttora segnalati in tutto il mondo moderno.
Il Ramayana descrive anche un bel carro splendente che è arrivato dal cielo, una meravigliosa macchina divina che correva attraverso l'aria. In un altro passaggio, si parla di un essere visto sopra il carro. I riferimenti nel Mahabharata non sono meno sorprendenti. "Su richiesta di Rama, il magnifico carro è salito fino a una montagna di nuvole con un tremendo frastuono." In un altro passo si legge: "Bhima volò con il suo Vimana su un enorme raggio che era brillante come il sole e faceva un rumore come il tuono di un temporale." Nell'antica Vymanka-Shastra (scienza dell’ aeronautica), vi è la descrizione di un Vimana:"Un apparecchio che può volare con la propria forza, da un luogo all'altro del mondo." Il Dr. Raghavan sottolinea:
"Le rivelazioni del testo diventano ancora più sorprendenti. Sono descritte le 31 parti di cui la macchina è composta , tra cui una sorta di specchio posto sotto di essa.Il testo parla anche di 16 tipi di metallo che sono necessari per costruire la macchina volante, ma solo tre di loro sono noti alla scienza moderna. 
Gli altri rimangono sconosciuti ". Un'altra autorità che concorda con le interpretazioni del Dr. Raghavan è il Dr.AV Krishna Murty, professore di aeronautica presso l'Indian Institute of Science di Bangalore. "E 'vero", afferma il Dr.Krishna Murty "l'antico Veda e altri testi si riferiscono al settore aeronautico, astronavi, macchine volanti, e persino astronauti". 
Il Dr. Krishna continua: "Uno studio dei testi sanscriti mi ha convinto che l'India antica conosceva il segreto della costruzione di macchine volanti che in seguito sono state scambiate per delle astronavi provenienti da altri pianeti." Se dobbiamo credere alle antiche storie e leggende dei nostri predecessori, il genere umano è stato originariamente allevato per essere schiavo dei visitatori alieni giunti sul nostro pianeta. Usando il materiale genetico dei primi ominidi, i visitatori hanno unito i loro propri geni per creare una nuova specie che era sia mortale che divina. Questa specie è quella dell’Homo Sapiens. Gli antichi testi affermano che all'uomo è stato dato il dono della conoscenza simile a quella degli dei. Gli dèi però avevano negato all'uomo il dono dell'immortalità, perché se qualora all'uomo avrebbe ottenuto il dono della conoscenza e dell'immortalità, allora sarebbe diventato identico agli dèi. Dopo avere quasi estirpato geneticamente la sua prole più di una volta, i visitatori infine decisero di lasciare l'uomo a svolgere le sue mansioni terrene. 
Essi hanno continuato ad interagire con l'uomo in vari momenti della storia stabilendo il sacerdozio e ordini mistici, i misteri insegnati chiamati gnosi, o conoscenza. Questi segreti sono stati considerati i tabù della scienza e della tecnologia, nascosti attraverso in un velo di religione e misticismo. I misteri sono state insegnati dagli esseri umani scientificamente istruiti che avevano iniziato un legame con gli extraterrestri in modo da preservare i loro insegnamenti. Purtroppo nel corso dei secoli, le conoscenze scientifiche e gli insegnamenti degenerarono e si dispersero nell’oblio per cui una occasionale risemina della conoscenza sarebbe necessaria. 
Questo processo continua ancora oggi. Rapimenti e altre forme di contatto con gli UFO sembrano indicare un vasto sistema di istruzione sottile che interagisce con persone a livello individuale, ma che in ultima analisi è orientata a influenzare l'umanità su una scala molto più grande.Dobbiamo considerare che lo schianto degli UFO potrebbero essere atti deliberati per infiltrare tra l'umanità la loro tecnologia. In passato erano emerse alcune storie che avrebbero coinvolto l'Esercito o l’Air Force sull’abbattimento e custodia di una navicella aliena. I motori a propulsione nucleare, comunicazioni e computer avanzati, erano tutti dei prodotti prelevati dal relitto alieno i quali erano molto più avanzati di un centinaio di anni rispetto alla tecnologia post-seconda guerra mondiale.Questa tecnologia sarebbe stata studiata e custodita presso il complesso sistema di Bell Bell Laboratories, a Murray Hill, New Jersey. 
In questo luogo segreto la tecnologia aliena sarebbe stata studiata, sezionata, micro-analizzata e testata. Tra tutti questi reperti alieni era stato recuperato un oggetto che sembrava essere presumibilmente un dispositivo di commutazione, composto di silicio e arsenico, la cui struttura era disposta in una matrice microscopica molto più complicata di qualsiasi cosa fabbricata in quel periodo. Il dispositivo è diventato l’obiettivo prioritario dei laboratori Bell Labs e del Dipartimento di analisi della Difesa e della ricerca scientifica statunitense.
Tim Swartz  

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...