domenica 22 settembre 2013

Esiste la morte? una nuova teoria dice di 'no'

Anche se il blog non affronta direttamente la questione, mi permetto di pubblicare il seguente articolo, che mi affascina. Molti di noi temono la morte solo perché ci è sempre stato detto che prima o poi moriremo.
Associare noi stessi con il nostro corpo sapendo che esso morira' ci angoscia. Una nuova teoria scientifica suggerisce che la morte non è l'evento finale della nostra esistenza. Questa teoria viene supportata dalla fisica quantistica secondo la quale certi eventi non possono assolutamente essere previsti. Invece, vi sono una serie di possibili teorie, ciascuna delle quali diverse tra loro. Una principale spiegazione ci viene fornita dall'interpretazione dei "'multiuniversi'"attraverso una nuova teoria scientifica denominata biocentrismo che raffina queste idee secondo la quale ci sarebbero un numero infinito di universi, dove tutto ciò che potrebbe accadere nel corso della nostra vita si verificherebbe in qualche universo parallelo al nostro. La morte non esiste in senso proprio.
Potrebbero esistere diversi universi contemporaneamente?
Anche se i singoli corpi sono destinati ad autodistruggersi, il sentimento vivo ('Chi sono io?') equivale ad una fonte di alimentazione di 20 Watt che opera nel cervello la cui energia non scompare con la morte.
Una dei concetti della scienza è che l'energia non muore poiche' essa non può essere creata né distrutta. Ma questa energia potebbere trascendere da un mondo ad un altro? Attraverso un esperimento che è stato recentemente pubblicato su Science si vuole dimostrare che gli scienziati potrebbero retroattivamente cambiare le cose che erano accadute in passato. Le particelle potrebbero decidere come comportarsi quando raggiungono il loro divisore di dimensione? Più tardi, si e' scoperto che si potrebbe accendere o spegnere un secondo interruttore. Il risultato è stato che ciò avvenuto in quel momento sarebbe stato determinato dall'evento avvenuto in passato. I presupposti di questi diversi universi trascendono dalle nostre classiche idee reltive allo spazio e tempo.Pensiamo alla potenza di 20 Watt come un semplice potenziale olografico con il quale collegarsi o scollegarsi secondo divisore di fascio; essa è fornita dalla stessa fonte di energia responsabile della proiezione.Secondo il biocentrismo, lo spazio e tempo non sono oggetti palpabili. Stringere l'aria nella vostra mano cosa vi rimane? niente.Lo stesso vale per il tempo.
Non è possibile vedere nulla attraverso i limiti del nostro cervello.
Tutto ciò che vediamo e sentiamo appartengono ad un vortice di informazioni che si verificano nella nostra mente. Lo pazio e il tempo sono semplicemente degli strumenti per sintetizzare il tutto. La morte non potrebbe esistere in un mondo senza tempo e senza spazio. Anche Einstein aveva ammesso;
"Le persone come noi sanno che la distinzione tra passato, presente e futuro è solo un'illusione ostinatamente persistente ".
L'immortalità non significa una vita perpetua nel tempo senza fine, ma piuttosto risiede al di fuori del tempo.

1 commento :

  1. Vivi e pensa da libero non come schiavo. La "morte" è solo un'invenzione ecclesiastica per fare soldi... ! :-)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...