giovedì 20 dicembre 2012

Prometheus - i creatori dell'umanità sarebbero in procinto di tornare per distruggerci?

Post taken from this link
Nell'ultimo film di Ridley Scott, Prometheus, vengono rappresentati i creatori dell'umanità, come una razza extraterrestre di "ingegneri", che avrebbe l'intenzione di tornare sulla Terra per distruggere il genere umano per poi introdurre una nuova forma di vita che avrebbe sostituito l'umanità.
La missione Prometheus rende l'idea che gli ingegneri alieni sarebbero i progenitori dell'umanità. Gli ingegneri alieni vengono descritti come esseri non violenti e non interessati ad avere un dialogo con i loro intelligenti "figli" umani, poiche' intenzionati a distruggerli e sostituirli.
Ad un certo punto in questo grande progetto di ingegneria genetica, gli ingegneri perdono il controllo della loro sperimentazione per la sostituzione dell'umanità, rischiando di venire distrutti dalla nuova vita aliena che avevano creato.
Rimasto in stasi per millenni, uno degli ingegneri viene scoperto e risvegliato dall'equipaggio di Prometheus che fanno la scoperta sorprendente di ciò che i creatori dell'umanità stavano progettando, e quello che era successo a loro.
Prometheus potrebbe fare parte di una serie di film recenti destinati ad educare l'umanità a pensare alla vita extraterrestre in modo da sensibilizzarla verso le priorità di sicurezza nazionale, o verso una religione esoterica condivisa dall' élite globali.Attraverso un documento rilasciato nel 1953 da un gruppo di esperti scientifici convocati dal consiglio di strategia psicologica della CIA (1951-53), veniva riportato che l'industria cinematografica sarebbe stata utilizzata per "educare" i cittadini degli Stati Uniti circa il fenomeno dei dischi volanti e sull'ipotesi extraterrestre associata, vale a dire che alcuni UFO sarebbero stati di origine interplanetaria. Il gruppo di esperti scientifici aveva raccomandandato un 'programma psicologico ed educativo per rimuovere la "minaccia" rappresentata dalle nazioni nemiche durante la guerra fredda sfruttando la convinzione del pubblico sulla presenza di dischi volanti.
Questo "programma educativo" viene applicato nell'industria cinematografica ed è esplicitamente menzionato nella Relazione Durant.
Il concetto di gruppo appartenente ad un ampio programma formativo integra gli sforzi di tutte le agenzie interessate a raggiungere due obiettivi principali: la formazione e il "dissacrante" attraverso il debunking.
L'obiettivo di "debunking" aveva lo scopo di ridurre l'interesse pubblico sui "dischi volanti", che oggi evoca una forte reazione psicologica.
Questo condizionamento poteva essere realizzato solo attraverso i mass media come la televisione, il cinema, e articoli popolari.
Tale programma avrebbe dovuto ridurre la credulità pubblica e di conseguenza la suscettibilità attraverso una intelligente propaganda ostile.
La relazione presentata nel mese di gennaio del 1953 dal gruppo di esperti di Robertson, aveva avuto l'approvazione politica della CIA che aveva sponsorizzato il progetto attraverso l'utilizzo del cinema per "educare" il pubblico sulla vita extraterrestre. Si può dedurre dai film emergenti che l'idea chiave promossa aveva lo scopo di considerare gli extraterrestri come degli ostili invasori, intenti ad occupare il nostro mondo.
Film come La guerra dei mondi, Invaders from Mars, ecc, avevano promosso una forte risposta di sicurezza nazionale sulla prova di vita extraterrestre.
Questo differiva notevolmente dai film precedenti, come Ultimatum alla Terra (1951) attraverso il quale gli extraterrestri venivano raffigurati come poliziotti galattici interessati sulle tendenze aggressive dell'umanità.
I Film raffiguranti la vita extraterrestre in una luce positiva pubblicati prima del rilascio della relazione Durant e prima della strategia psicologica del Consiglio di Amministrazione e da parte del (Operations Coordination consiglio 1953-1961) divenne dominante nella definizione della politica ufficiale sugli UFO e la vita extraterrestre.

1 commento :

  1. Gli ingegneri del film non mi sembrano affatto "non violenti". Dove sta la logica, se una civiltà aliena conduce esperimenti biologici contaminando un pianeta (la Terra) che altrimenti si sarebbe evoluto per i cavoli suoi, infischiandosene delle conseguenze? Una civiltà così evoluta avrebbe davvero bisogno di giocare con le lucertole che bucano le pance imbastendo un teatro sperimentale di portata planetaria, prima di adoperare la stessa arma per imporre il proprio dominio sulla galassia?
    Agli ingegneri del film, provvisti del nostro medesimo DNA, manca solo la camicia di forza.
    Questa fissazione di costruire pre e post di architetture narrative non prive di bug, pur di richiamare gente nelle sale, non sarà un segnale del declino inarrestabile del mezzo cinematografico?

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...