sabato 6 ottobre 2012

OOPARTS; artefatti fuori tempo

Nel 1851, venne estratto un vaso o barattolo di zinco ed argento da una roccia solida in Dorchester (Massachusetts). Il ritrovamento fu pubblicato nello Scientific American di giugno di 1851, volume 7, pp. 298-299,; venne estratto da un conglomerato di roccia , un tipo di roccia sedimentaria a 15 piedi sotto la superficie di Meeting House Hill in Dorchester.
Il recipiente, di forma scampanata, aveva incrostati motivi floreali in argento. L'oggetto aveva 100.000 anni, qundi fuori luogo per la sua qualificazione come artefatto. Purtroppo, l'artefatto sparì dopo essere stato esposto in vari musei. 
Le sfere di Klerksdorp 
Le sfere di Klerksdorp furono scoperte nel sito minerario sudafricano nella località di Ottosdal (Sudafrica) ed erano composte da pyrophyllite un tipo di materiale che è molto soffice e questo formato di sedimenti aveva 2.8 milioni di anni.Roelf Marx, direttore del Museo di Klerksdorp (Sudafrica) dove si trovano conservate alcune di queste sfere, dichiara: 
"gli oggetti sembrano artificiali, ma lo strato di roccia dove furono ritrovate corrisponde ad un'era nella quale non esisteva forma di vita intelligente. Non ho mai visto niente simile." Il volume di queste sfere oscilla tra i 3 ed i 8 centimetri di diametro, che all' interno di alcune di esse alloggia un materiale spugnoso che svanisce con enorme facilità dopo essere stato esposto all'aria. 
Il suo esterno è formato da una lega di acciaio e nichel di gran durezza, richiamando l'attenzione su alcune fini linee o solchi che circondano le sfere dividendo in due parti uguali alle stesse. Queste pietre possono dividersi in due tipi, le prime sono di un metallo solito azzurrato con macchie bianche e le seconde sono vuote e composte di un materiale spugnoso.
D'altra parte, A. Bissehoff, professore di geologia dell'Università di Potchefstroom dichiarò che: "le sfere erano di un agglomerato di limonita, un tipo di materiale ferrico." L'ipotesi di Bissehoff non fu accettata poiche' la limonita è un metallo relativamente soffice e non puo' avvenire la rigatura come su l'acciaio e gli agglomerati di limonita appaiono in gruppi e mai isolati né tanto perfettamente sferici. Nel 1984 fu scoperto un enorme da un piccolo gruppo di cercatori di oro un nascondiglio che conteneva più di 300 artefatti. Il ritrovamento fu fatto in un tunnel a 100m. sotto le montagne di La Manna in Ecuador. L'oggetto più grande era una pietra intagliata di granito, dal volume di un torso umano, con linee intagliate e riempite come biglie, oltre a pietre levigate incrostate. I contorni intagliati sono al tempo sorprendentemente strani e familiari : rappresentano i continenti della Terra in quello che deve essere la mappa più antica dell'umanità, una rappresentazione globale del Pleistoceno.

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...