venerdì 12 ottobre 2012

L'Epopea di Gilgamesh

Post taken from this link
Cinquemila anni fa, un re di nome Gilgamesh governò la città mesopotamica di Uruk. Divenne ben presto un eroe e dio, e le sue gesta ne hanno fatto il primo epico eroe della storia, concentrandosi sulla sua disperata ricerca dell' immortalità.
Esso appare, per la prima volta,in occasione del diluvio.
L'Epopea di Gilgamesh è una storia che racconta le avventure di Gilgamesh e del suo amico Enkidu su delle tavolette di argilla di origine sumera con caratteri cuneiformi ed e' considerata la più antica storia narrativa scritta.
Una delle tavolette fa riferimento all'episodio biblico del diluvio. 
Origine della storia
L'epopea è stata trascritta per il re Assurbanipal di Ninive, che ha cercato di raccogliere le copie di tutti i documenti scritti per lui e conosciuti nel mondo.
Nell'anno 612 aC,Ninive fu distrutta dagli invasori e solo nel 1845 l'esploratore britannico Austen Henry Layard, riusci' a localizzarla vicino a Mosul, in Iraq.
Il contenuto della sua biblioteca, che conserva una piccola parte e'composta di 25.000 tavole, depositate presso il British Museum, dove sono state tradotte da George Smith nel 1872. Più di recente, nel 1984, il poema venne tradotto con la partecipazione dello scrittore John Gardner.
Il poema racconta la storia delle avventure di Re Gilgamesh di Uruk che avrebbe governato nel 2500 aC ed e' stato scritto nel suo regno molto più tardi, sulla base di tradizioni orali e leggende sumere. Delle dodici tavole di Gilgamesh, undici trattano il poema, scritto probabilmente nella prima metà del secondo millennio aC e il secondo rappresenta un racconto di origine indipendente, il re stesso, più recente rispetto al primo, verso la fine del primo millennio aC .

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...