venerdì 14 settembre 2012

Gli Ufo nell' antica Roma

Post taken from this link
Julius Obsequens, pagano e storico romano del IV secolo, nel suo "Libro delle meraviglie" racconta:
"Tre lune sono apparse nel cielo del Mar Egeo e una terribile esplosione aveva accompagnato quello che aveva l'aspetto di una palla di fuoco che si muoveva verso il nord." Si racconta nella sua opera di nome Prodigia nel 216 aC. JC, "alcuni oggetti simile alle navate sono stati osservati nel cielo d'Italia "
"Tre soli brillavano al tempo stesso quella notte e diverse stelle avevano attraversato il cielo a Lanuvio, nel 175 aC."
"lo stesso giorno due soli sono comparsi insieme a Formia."
"Nel 122 aC, nella Gallia, sono apparsi tre soli e tre lune."
"Nel 91 aC, nei pressi di Spoleto, una palla di fuoco gialla rotolò a terra, per poi alzarsi e muoversi verso est diventando così grande da nascondere il sole."
Plinio il Vecchio, 30-79 dC. DC a Roma, nella storia naturale, racconta:
"uno scudo infuocato (clipeo, scudo rotondo) si era spinto da est a ovest lanciando scintille intorno, nell'anno 100 aC. JC". "palle luminose sono apparse nel cielo, simili a quelle che ha visto la sconfitta della flotta Spartana e della supremazia in Grecia; una stella si espandeva mentre si avvicinava alla terra, fino a raggiungere la dimensione della luna, quindi muoversi nel cielo sotto forma di una torcia. Il fenomeno è accaduto nel consolato di Ottavio G. e C. Sclanius il proconsole ei suoi amici hanno visto queste stelle "andare in tutte le direzioni, senza che nessuno avesse sentito alcun vento".
Nel consolato di Valerio e G.Martius una luce piatta e rotonda aveva attraversato il cielo al tramonto, da ovest a est, lasciando una scia di scintille.
Un Senatore della Repubblica, al 4-65 dC:
"Abbiamo discusso se debbano essere considerate nello stesso modo a fragorose meteore tonanti? il loro aspetto è abbastanza raro, e queste palle di fuoco spesso superano la dimensione del sole e questa luce e' così potente che a volte si confondono con quella delle stelle, e a volte sono così piccole che si possono confondere per un incendio lontano "
Cicerone, nel De Divinatione, Libro I, cap. 43, 50 BC:
" questo sole sembrava dividersi, quando abbiamo visto tre lune, che brillavano nella notte come torce accese che apparivano nel cielo e splendevano quando è stato sentito un forte rumore nel cielo. "
Livio, in Storia Romana:
"In provincia di Amiterna, uomini vestiti di bianco erano stati visti da lontano mentre il sole era diventato più piccolo e scudi e navi fantasma erano apparsi nel cielo. "

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...