venerdì 22 giugno 2012

Viracocha venne in un tempo di Caos

Tutte le antiche leggende delle popolazioni andine erano attraversate da una figura d'uomo alta, barbuta e dalla pelle chiara,avvolta in un manto di segretezza. 
E sebbene fosse noto con una gran varietà di  nomi  in una gran varietà di  luoghi,  era sempre riconoscibile dalla  stessa figura: Viracocha,  Spuma del Mare, un maestro delle scienze e della magia che brandiva armi  terribili e venne in un tempo di caos per rimettere in ordine il  mondo.
La stessa storia di fondo era condivisa in molte varianti da tutte le popolazioni della regione andina.  

Cominciava con una vivida descrizione di un periodo terrificante in cui la terra era stata sommersa da una grande inondazione e gettata nell'oscurità con la sparizione del sole. La società era precipitata nel disordine e la popolazione viveva in una grande sofferenza. Poi
all'improvviso apparve, arrivando da sud, un uomo bianco di grande statura e portamento autoritario. Quest'uomo era talmente potente che trasformò le colline in valli e dalle valli ricavò grandi colline, facendo scaturire ruscelli dalla viva pietra...Dicono che quell'uomo segui' la strada delle montagne diretto a nord, compiendo prodigi durante il  cammino e che non fu mai  più rivisto.  Dicono che in molti  luoghi  diede istruzioni  agli  uomini  su come dovevano vivere,  parlando con grande amore e gentilezza ed esortandoli a essere buoni e a non recare danno né offesa agli  altri, e amarsi  invece a vicenda e mostrarsi  caritatevoli  con tutti.  

Le leggende erano unanimi nella descrizione fìsica di Viracocha.  Nella sua Suma y Narraaon de los Incus,  per esempio, Juan de ■ Betanzos, un cronista spagnolo del sedicesimo secolo, affermava che secondo gli indios era 
« un uomo di statura alta con la barba avvolto in una tunica bianca che gli arrivava ai piedi ed era stretta in vita da una cinta». 
Altre descrizioni, raccolte presso molte popolazioni delle Ande diverse e lontane tra loro,  sembravano tutte identificare lo stesso enigmatico individuo. Secondo una era:
Un uomo barbuto di altezza media avvolto in un mantello piuttosto lungo... Era nel fiore degli anni, magro, e aveva i capelli grigi. Cam­minava con un bastone e si rivolgeva agli indigeni con amore, chia­ mandoli figli e figlie. Via via che attraversò tutto il paese compì miracoli. Guariva i malati toccandoli con le mani. Parlava ogni lin­ gua ancora meglio degli  indigeni.  Lo chiamavano Thunupa o Tarpaea, Viracocha-rapacha o Pachaccan...
 

Nessun commento :

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...